To top
18 Giu

Una chitarra per Luca

enrica alessi not for fashion victim
         
N on permetterò che la scelta di un abito sia la mia prima preoccupazione — anche se si tratta di indossarlo in occasione di una cena/imboscata, a casa della direttrice di una rivista di moda. Non le darò questa soddisfazione. E poi mi sento ancora in colpa per aver dimenticato il compleanno di Luca: il suo regalo deve avere la precedenza, e seppure io stessa stenti a crederlo, ho già un’idea. Se una parte di me si accontenta del numero di informazioni ricevute riguardo il suo passato, l’altra sente il desiderio di risvegliare le emozioni che quel passato gli ha sottratto: se riscoprisse le sue vere passioni, ritroverebbe se stesso. Luca amava la chitarra e dovrebbe rincominciare a suonarla. E lì,...
Continue reading
13 Giu

One day… e non è il film con Anne Hathaway

enrica alessi storie di ordinaria follia
Q uante scene di film ho citato in questi mesi di romanzi a puntate? E nelle mie storie di ordinaria follia? Forse ho perso il conto, ma quando desidero portare il lettore in una situazione ben precisa, affinché possa viverla, il riferimento cinematografico è un escamotage immediato. Non credo di avere un film preferito, e nemmeno una scena preferita, ma se qualcuno mi chiedesse di sceglierne una, capace riassumere la ragione che mi ha spinto a non rinunciare al mio sogno, sicuramente saprei sceglierla. One day. Chi non lo ha visto, provveda. Chi lo ha visto e non ha pianto, si faccia vedere da un cardiologo: probabilmente il cuore non funziona. Ma la scena che piace a me fa ridere, oggi...
Continue reading
11 Giu

Due strane cicogne

enrica alessi not for fashion victim
         
S orpresa. Sono solo sorpresa. È questo che cerco di ripetermi nei dieci secondi che serviranno a Cassandra per entrare nel bar in cui sono seduta. Devo levarmi dalla faccia l’espressione di chi ha qualcosa da nascondere. Rilasso i muscoli del viso e infilo il telefono nella borsa. Non si sa mai: gli ormoni potenziati di Cassandra potrebbero intercettare l’ultima chiamata. La porta si apre, lei entra. Viene verso di me, e seppure il suo sorriso lasci intendere che sia venuta qui per una visita di piacere, le improvvisate non sono nel suo stile. Anche io le sorrido, mi alzo facendole segno di raggiungermi, la guardo: è così raggiante che se qualcuno mi chiedesse di descriverla, direi che è un fiore in...
Continue reading
8 Giu

Sing…e non è il film con Buster Moon

enrica alessi storie di ordinaria follia
       
S aggio di musica di fine anno. I bambini che dovranno esibirsi entrano mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo, dopo aver mangiato con l’imbuto — in macchina, durante il tragitto casa-teatro. Ad accompagnarli ci sono genitori, fratelli, sorelle, nonni, e cugini di primo, secondo e terzo grado, che aspettano trepidanti il segnale di uno degli addetti alla sicurezza, per entrare e scatenare l’inferno. Platea e galleria cominciano a riempirsi e nel caos generale, vedo Tilla. Anche Vera, la sua bimba, partecipa al saggio. Corro a salutarla e mi dice che ci sarà anche Claudia. Le ha ceduto uno dei suoi biglietti, perché il nonno ha avuto un contrattempo — in realtà, sappiamo entrambe che non è vero, ha solo gettato la spugna —...
Continue reading
5 Giu

Dog days…e non è il film con Nina Dobrev

enrica alessi storie di ordinaria follia
   
L a domenica è fatta per riposarsi, godersi una cena tra amici nella quiete della campagna, in una calda serata di primavera. La casa della mia amica Giulia, che io chiamo Lilla, è incantevole, un piccolo paradiso poco fuori le mura cittadine. In questa atmosfera il cibo e le chiacchiere sono ingredienti fondamentali per chiudere in bellezza la settimana e anche Ringhio ha bisogno di ricaricare le batterie. Ma a interrompere quella quiete è una telefonata che ci catapulta in una situazione per cui difficilmente si è preparati. La zia della nostra amica, che abita nella casa accanto, ci informa di aver trovato un cagnolino incastrato in un cespuglio di rovi. Giulia ne ha già salvati tre nella zona, che ora vivono...
Continue reading
3 Giu

La lista

not for fashion victim enrica alessi
       
H o deciso che penserò al trasloco, soltanto dopo che questa festa sarà conclusa. Devo limitare lo stress e mettere in fila le priorità. Le preoccupazioni dell’ultimo periodo hanno quasi rischiato di farmi finire sul programma di Real Time, ‘Sepolti in casa’, e non voglio essere io la causa del sabotaggio di un party a cui sto lavorando da tempo. Sfrutterò queste tre settimane per occuparmi di tutti i dettagli e siccome dovrò avvalermi della collaborazione di Britney, sarà meglio chiarire alcuni punti entro domani. Mercoledì Minou sarà operata e seppure sia fiduciosa sulla riuscita dell’intervento, so che Cristina sarà emotivamente instabile: non possiamo permetterci di sbagliare. Devo agire domani stesso. Ammetto che l’organizzazione di questo party mi sta spremendo come...
Continue reading
31 Mag

C’è posta per te…e non è il film con Tom Hanks

enrica alessi storie di ordinaria follia
A vere una rubrica è stimolante. Disporre di uno spazio all’interno di una piattaforma importante, in cui ho la libertà di scrivere come mi piace, dà soddisfazione. Ma come per il libro, anche per la rubrica di Grazia devo ringraziare L’uomo del Monte che ha detto sì: Francesco — guarda il caso, alle volte — con cui ho cominciato a scrivere ciò che volevo, come volevo. La storia va più o meno così. Inizio nei primi giorni di giugno dell’anno scorso. Mi affidano una referente con cui dovrò accordarmi riguardo all’argomento che vorrei trattare. Ho l’esigenza di scrivere in prima persona, come sulla mia pagina di Facebook. La chiamo, le chiedo se è possibile, ma risponde che ci sono regole editoriali da...
Continue reading