To top
25 Mag

Mani di fata…e non è il film con Eleonora Giorgi

enrica alessi storie di ordinaria follia
 
C redo sia carino cominciare a svelarvi alcuni retroscena del mio libro in uscita, e in particolare, vorrei presentarvi — seppure virtualmente — il personaggio chiave del mio progetto: la mia editor, Francesca. È lei che, dopo aver letto il testo, ha detto sì, è lei che lo ha revisionato, è lei che ha suggerito la copertina. La settimana scorsa, mi ha chiesto di scrivere i ringraziamenti che saranno pubblicati alla fine del romanzo: non so dire da quanto aspettassi questo momento. O forse sì. Sono quasi due anni che provo a stilare una lista di persone che hanno cercato di aiutarmi in ogni modo possibile, un lungo elenco di persone a cui vorrei mostrare la mia gratitudine. Ma...
Continue reading
18 Mag

Maschi contro femmine…e non è il film con Paola Cortellesi

enrica alessi storie di ordinaria follia
     
V ivere con una donna non è facile, figuriamoci con tre: Giaco ne sa qualcosa. Ma ventiquattro anni fa, mica immaginava che sarebbe finita così. Tutto era cominciato nel 1995, in quella discoteca dove Ligabue, qualche tempo dopo, ci avrebbe girato uno dei suoi film, ci eravamo conosciuti lì. La sera stessa in cui un’amica me lo presentò, mi chiese di sposarlo. Non credo che fosse nel pieno delle sue facoltà mentali, ma quella proposta che allora non presi sul serio, sette anni dopo diventò concreta: davanti a un cassonetto. — Giaco non è convenzionale. Ancora non sapeva in che razza di guaio si stava cacciando. Venne a vivere con me, mi portò all’altare e mi giurò amore eterno. Lo avevo incastrato,...
Continue reading
13 Apr

La grande scommessa — e non è il film con Ryan Gosling 

 
L a data della cena con la mia vecchia classe si avvicina, Marco non ci sarà, ma ha promesso di impegnarsi a scrivere una dichiarazione in cui chiarirà se era più di suo gusto la gelatina o la crème brûlée. Si accettano scommesse. Ma mercoledì, io, la Secca e la Bonny, la sua ex compagna di banco, decidiamo di avere bisogno di anticipazioni e di organizzare un aperitivo. Dove ci vediamo? Al Rigattiere, da Cristian. A che ora? 18,30. Okay. Posso farcela. Anzi, ci infilo pure una cena con Giaco ‘soli soletti o quasi’. Chiedo a mio suocera di tenere le bimbe da lei a dormire, lei dice okay. Perfetto. Organizzo la trasferta della prole, preparo i loro cambi d’abito e il resto necessario per la giornata...
Continue reading
6 Apr

Il dottor Dolittle — e non è il film con Eddie Murphy

enrica alessi storie di ordinaria follia
I l mio veterinario è differente. Non assomiglia a quello dell’amaro Montenegro, non va sui monti a salvare gli stambecchi, non credo nemmeno che abbia un sidecar, ma quando c’è bisogno, so sempre dove trovarlo. Si chiama Franco, lo conosco da vent’anni, da quando ho iniziato a pensare io stessa ai miei animali. Speedy aveva un problema al cuore, Rhett  era un vero duro che combatteva per amore e Vinicio, il gatto della mia tarda adolescenza, battezzato con il nome di un caro amico, era un figo di quartiere — non sterilizzato. Sono cresciuta con la convinzione di possedere un dono: prendermi cura degli animali che non avevano più una casa e se Dio li faceva capitare davanti alla mia, non era...
Continue reading
29 Mar

Il cavaliere oscuro — e non è il film con Christian Bale

enrica alessi storie di ordinaria follia
 
O gnuno di noi è una luna: ha un lato oscuro che non mostra mai a nessuno. Ma quella zona d’ombra è la stessa che ci affascina, che ci cattura e ci coinvolge. Seppure nella vita vera, la linea sottile che divide il bene e il male sia ben delineata, in tv, diventa quasi invisibile ed è più semplice decidere da che parte stare: io stavo col Libanese. Tutto è cominciato da quel Romanzo Criminale diventato una serie, dove la Magliana e i membri della sua banda mi rubano il cuore per trascinarlo al bar di Franco, nella roulette di Libano e fino al porto di Civitavecchia, spingendomi addirittura a convincere — con due pistole giocattolo — un paio di...
Continue reading
15 Mar

Le ali della libertà…e non è il film con Tim Robbins

H o diciotto anni quando mi viene la brillante idea di diventare la sindacalista di me stessa, di criticare la paghetta dei miei e di chiedere loro un aumento. “I più grandi doni che puoi dare ai tuoi figli sono le radici della responsabilità e le ali dell’indipendenza.” Mio padre semplifica il pensiero con parole sue: “Enrica, se quello che ti diamo io e la mamma non ti basta, cercati un lavoro.” “Ma io studio.” ribatto prontamente. E quella che dovrebbe essere una degna giustificazione per esonerarmi da ogni tipo di fatica, mi si ritorce contro con gli interessi. Mio padre attacca: “Io lavoro quindici ore al giorno, la mamma otto e le altre sette le fa a casa pulendo, cucinando, lavando e...
Continue reading