To top
14 Set

Fast and Furious…e non è il film con Vin Diesel

enrica alessi storie di ordinaria follia
 
S ono anni che simulo interviste, in cuor mio ho sempre saputo che qualcuno, prima o poi, mi avrebbe fatto domande. E seppure, ogni tanto, abbia pure considerato l’ipotesi di un interrogatorio in commissariato — un giorno di ordinaria follia può capitare a tutti — la verità è che oggi sono i giornalisti a interessarsi a me. E sono certa che la prima cosa che si chiedono è: ma questa da dove arriva? Simulazione. “Chi sei? Cosa fai? Da dove vieni?” “Ciao a tutti sono Enrica Alessi, ho quarantadue anni e sono una scrittrice. Vengo da Chiozza, un paesino di campagna simile a Tara di Via col vento — Rossella O’Hara aveva Tara, io ho Chiozza. Il verde delle campagne, il profumo di erba...
Continue reading
7 Set

Qualcosa è cambiato…e non è il film con Jack Nicholson

enrica alessi storie di ordinaria follia
 
È  passato un anno da quando Zen, il mio referente di Grazia, mi ha concesso il privilegio di avere una rubrica in cui raccontare le mie storie di ordinaria follia.  E succede che — un po’ per il senso del dovere e un po’ per la dedizione nei confronti di un mestiere che amo — decido di sfruttare un pezzetto di vacanza e la stessa Saint Tropez che ha favorito il mio esordio, per scrivere il primo pezzo di stagione: cosa è cambiato da un anno a questa parte?    “Giaco...
Continue reading
6 Lug

Ferie d’Agosto…e non è il film di Paolo Virzì

storie di ordinaria follia
 
P er me è Alessia questo è stato un anno decisivo: io mi sono laureata, lei è uscita con il suo libro in libreria, ma per ciò che riguarda le temperature estive, tutto è rimasto come prima: 40 gradi all'ombra. Chi rimane in città non può fare altro che attrezzarsi di ventilatori, condizionatori e altri rimedi per sopravvivere al caldo, ma l’estate è così: o la odi o la ami. È una stagione che non scende a compromessi, ti mette a dura prova, ma per me è sinonimo di casa. Per chi, come me, vive lontano dalla terra in cui è cresciuto non può non sentirne il richiamo e ad agosto scatta l'ora X. Io e Furio iniziamo il nostro tour estivo...
Continue reading
22 Giu

Orchidea selvaggia…e non è il film con Michey Rourke

storie di ordinaria follia
     
A lessia mi ha dato i compiti estivi: mi ha chiesto di raccontare qualcosa di me, qualche aneddoto della mia infanzia, ma siccome non ho mai appiccato nessun incendio come Melissa, ho deciso di iniziare condividendo una delle mie grandi passioni: la natura. La natura mi ha sempre affascinato, quando scopro qualcosa di nuovo, la domanda che mi sorge spontanea è: "ma come fa a fare tutto da sola?”, insomma, mi fa sentire come un bambino che si sorprende delle cose semplici. Non ho mai coltivato niente, neanche una piantina di basilico, ho sempre creduto di avere il pollice nero, ma da qualche anno a questa parte, mi sono appassionata alle orchidee. Se all’inizio ero una serial killer, un’arma letale che le faceva morire stecchite subito dopo la fioritura,...
Continue reading
13 Giu

One day… e non è il film con Anne Hathaway

enrica alessi storie di ordinaria follia
Q uante scene di film ho citato in questi mesi di romanzi a puntate? E nelle mie storie di ordinaria follia? Forse ho perso il conto, ma quando desidero portare il lettore in una situazione ben precisa, affinché possa viverla, il riferimento cinematografico è un escamotage immediato. Non credo di avere un film preferito, e nemmeno una scena preferita, ma se qualcuno mi chiedesse di sceglierne una, capace riassumere la ragione che mi ha spinto a non rinunciare al mio sogno, sicuramente saprei sceglierla. One day. Chi non lo ha visto, provveda. Chi lo ha visto e non ha pianto, si faccia vedere da un cardiologo: probabilmente il cuore non funziona. Ma la scena che piace a me fa ridere, oggi...
Continue reading
5 Giu

Dog days…e non è il film con Nina Dobrev

enrica alessi storie di ordinaria follia
   
L a domenica è fatta per riposarsi, godersi una cena tra amici nella quiete della campagna, in una calda serata di primavera. La casa della mia amica Giulia, che io chiamo Lilla, è incantevole, un piccolo paradiso poco fuori le mura cittadine. In questa atmosfera il cibo e le chiacchiere sono ingredienti fondamentali per chiudere in bellezza la settimana e anche Ringhio ha bisogno di ricaricare le batterie. Ma a interrompere quella quiete è una telefonata che ci catapulta in una situazione per cui difficilmente si è preparati. La zia della nostra amica, che abita nella casa accanto, ci informa di aver trovato un cagnolino incastrato in un cespuglio di rovi. Giulia ne ha già salvati tre nella zona, che ora vivono...
Continue reading
25 Mag

Mani di fata…e non è il film con Eleonora Giorgi

enrica alessi storie di ordinaria follia
 
C redo sia carino cominciare a svelarvi alcuni retroscena del mio libro in uscita, e in particolare, vorrei presentarvi — seppure virtualmente — il personaggio chiave del mio progetto: la mia editor, Francesca. È lei che, dopo aver letto il testo, ha detto sì, è lei che lo ha revisionato, è lei che ha suggerito la copertina. La settimana scorsa, mi ha chiesto di scrivere i ringraziamenti che saranno pubblicati alla fine del romanzo: non so dire da quanto aspettassi questo momento. O forse sì. Sono quasi due anni che provo a stilare una lista di persone che hanno cercato di aiutarmi in ogni modo possibile, un lungo elenco di persone a cui vorrei mostrare la mia gratitudine. Ma...
Continue reading