To top
18 Apr

Feriti dentro, belli fuori

Enrica Alessi romanzo Not For Fashion Victim
 
M elissa sei una stalker. Ebbene sì, confesso. Ma la colpa è solo di quel dannato libro che il mio cane ha inghiottito. Non sono nemmeno sicura che se ne sia liberato, forse, qualche frammento è ancora dentro di lui. Esci da questo corpo, dico mentre lo guardo scodinzolare come se niente fosse, e lì, capisco che è ignaro della possessione. Dove ero rimasta? Okay: al fatto che sono ufficialmente una stalker. Mi sono messa a cercare Jérôme Gautier su Google, questa è una cosa seria: è una missione, e le cose vanno fatte con strategia. Se mi serve un libro autografato, devo accertarmi che chi lo ha scritto sia ancora vivo. Se fosse morto, tutto sarebbe risolto: mi basterebbe il libro che ordinato su...
Continue reading
16 Apr

Una Nuova Vita Part 5

“S ei pronta?” mi chiede Michele eccitato. Se sono pronta? Credo di sì. È passato un anno da quel primo bacio e poi ne sono arrivati altri. Tanti altri. È arrivato anche il sesso grandioso che avevo immaginato, ma non sul pavimento dell’ascensore. E poi la sua proposta di matrimonio. Ho evitato di cotonare i capelli, anche se è il giorno più importante della mia vita, non volevo rubare la scena a Dolores. “Sei bellissima”, dice Michele sistemandomi il velo, “ma ora dobbiamo andare… Felpa Rossa ti sta aspettando.” Mi guardo allo specchio per l’ultima volta, prima di uscire dalla mia stanza, e penso a quanto possa essere imprevedibile la vita. Non so se sarò una buona moglie, ma so che...
Continue reading
9 Apr

Una Nuova Vita Part 4

enrica alessi scrittrice l'amore ai tempi supplementari romanzo a puntate
C asa dolce casa. È lì che vorrei essere. È questo che mi dico mentre salgo in macchina, alla fine del mio primo giorno di lavoro, che definire catastrofico è quasi un eufemismo. Prendo il telefono e chiamo Michele. “Tesoro! Allora com’è andata?” esordisce in tono goliardico, ignorando la mia terribile giornata. “Un vero disastro. Il mio capo è una strega.” “La signora Molinari? Ma non hai detto che era un tesoro?” “Non parlo di lei, parlo di Olivia: la responsabile del reparto accessori. Credevo le servisse un braccio destro non un punching-ball…” Michi scoppia a ridere. “Descrivimela...
Continue reading
5 Apr

Un Tuffo Nel Passato

enrica alessi scrittrice crem's blog
M elissa attenta: c’è un altro semaforo a ore nove, e se non curvi lentamente, ti troverai la felce in braccio un’altra volta. Dannata forza centrifuga. Dopo dieci minuti di guida sicura, arrivo davanti a casa. Mi volto verso la felce: è immensa, devo chiedere aiuto a Cassandra — e legare Max all’albero durante questa operazione delicata. Afferro la maniglia della porta, immaginandomi ciò che mi aspetta, in quest’ordine: 1. Max che mi assale. 2. Cassandra che mi chiede se ho visitato qualcuno con un padrone carino — alla ‘che ce l’hai un gratta e vinci te?’ — (Pieraccioni, Il Ciclone, 1996.) Ma apro la porta e non trovo nessuno. Perché mi hanno abbandonato? Okay. Devo reagire. Forse sono solo usciti a fare una passeggiata. Ora, scaricherò...
Continue reading
3 Apr

Una Nuova Vita Part 3

enrica alessi scrittrice crem's blog
 
F elpa rossa sta venendo qui? E me lo dice così? Come se niente fosse? Mentre riapre il menù fingendo di avere un dubbio sull’ordinazione? Sento i suoi passi alle mie spalle, ma credo che la mia agitazione stia ingigantendo la cosa: mi sembrano quelli di King Kong. “Metti giù quel coso e dammi una mano, che gli dico?” chiedo sottovoce. Michi scosta il menù dal viso, lasciandomi intravedere i suoi occhi divertiti: “Inizia dicendogli come ti chiami.” Prendo il tovagliolo sul tavolo e cerco di tamponare quell’enorme goccia di sudore che mi sento sulla fronte, ma prima che possa levarmela dalla faccia, me lo trovo di fianco. “Eva?” esordisce presentandosi al tavolo. E come lo sa? “Sì…” dico con un filo di voce mentre lascio...
Continue reading
28 Mar

Visita a domicilio

enrica alessi scrittrice crem's blog
M elissa chiama Orson, rispondi Orson. Perché non rispondi Orson? Perché non mi mandi all’ istante una navicella che mi porti via da qui? Per favore, prima che Cassandra si svegli e si accorga che Max, subito dopo aver disotterrato la felce, si è mangiato il suo Lessico dello stile. Gli eventi appena descritti hanno irrimediabilmente causato un ritardo sulla mia tabella di marcia, ma era necessario nascondere le prove che avrebbero condannato il mio cane per direttissima. Arriverò tardi al lavoro, dovrò comprare una nuova felce e passare in libreria per un libro per cui non avrei mai pensato di spendere un soldo. Dannazione Max! Ma mentre faccio per uscire di casa, lui mi guarda con quegli occhioni dispiaciuti, o almeno così sembrerebbe,...
Continue reading