To top
28 Feb

Le principesse hanno la scarpa col tacco 

L e principesse hanno la scarpa col tacco. È una certezza. E anche se la categoria "principessa" può sembrare ristretta, a carnevale è destinata ad ampliarsi fino ad accogliere tutte le bambine del regno in età da travestimento. "Mamma, sotto il vestito lungo voglio la scarpa col tacco! " È incredibile: potrebbe starsene comoda con le sue sneakers spudorate nascoste sotto la gonna e nessuno lo noterebbe. Ma quei due centimetri di tacco - che presto diventeranno dodici - rappresentano il primo approccio alla femminilità. Strizzerà il suo piedino nel più improponibile dei décolleté e sarà la principessa più bella del reame. Forse è vero che tutte le donne – anche quelle piccole – amano soffrire. Ma lo fanno sempre...
Continue reading
16 Feb

Domani smetto

G iuro. Giuro sulla mia vita: domani smetto. Domani smetto di fumare, di arrabbiarmi per tutto e smetto pure di dire le parolacce. Da domani, dico basta a tutto quello che può uccidermi. Smetto il crossfit da invasata e le maratone notturne di Narcos e Gomorra. Smetto il botox e anche l'acido iauloronico – non si sa mai. Smetto di mangiarmi le unghie, di guardare di continuo l'orologio e di bere caffè. Smetto di toccarmi ossessivamente i capelli – quello me lo dice sempre anche Matte. E smetto pure di arrivare in ritardo. Smetto di superare il limite consentito della carta di credito, di parcheggiare sulle strisce pedonali e di passare l'aspirapolvere ogni volta che una briciola cade per...
Continue reading
9 Feb

Louis Vuitton Gifting Collection

E ra passato tanto tempo dal suo primo San Valentino, ma lei non lo aveva dimenticato. Vent'anni fa battezzò il suo compagno di banco come un grande amore e gli comprò un regalo. Al momento dello scambio, lui non aveva niente. Lei glielo porse, lui lo prese e rimase a guardarla a bocca aperta senza dire niente. Era chiaro che lui non se lo aspettasse. Ciò che non era chiaro era perché, un secondo dopo, quello che aveva appena definito come un grande amore stesse leggendo la sua lettera ad alta voce per i corridoi della scuola. Ora era lei ad essere rimasta senza parole. Si sentiva tradita, schernita, ferita e giurò che da quel giorno non avrebbe più festeggiato...
Continue reading
3 Feb

Se il mio computer potesse parlare…

S e il mio computer potesse parlare direbbe che ha pubblicato più di mille e settecento articoli per questo blog e che la mia riconoscenza nei suoi confronti lo ha spiazzato parecchio visto che per lui non ne ho scritto neanche mezzo. A questo punto, credo che se decidesse di vendicarsi esplodendomi in faccia – come ha fatto suo cugino con la professoressa Valerie Lewton in Final Destination – non mi offenderei. E le mie mancanze non finiscono qui, il mio computer ha il monitor sempre sporco. Mitragliato da piccoli puntini indefiniti che credo provengano dalla mia cavità orale, più precisamente dalle ghiandole salivari. Strano, perché mentre ci lavoro mi sembra di stare in silenzio, e invece, penso a quanti...
Continue reading
27 Gen

Lo shopping fa dimagrire

H ai appena tolto di mezzo l'albero, gli addobbi, le lucine colorate e pure il Natale: tutto dentro un paio di scatoloni. E se non ti sei beccato il virus intestinale, devi liberarti pure dei chili di troppo. Tutti gli anni è la solita storia, quella motivazione  - che ha più o meno le sembianze di una linea bianca tracciata sull'asfalto, accompagnata dalla scritta TRAGUARDO e da un allestimento di palloncini colorati - a cui ti aggrappi ogni volta che cominci una dieta, piano piano si perde per strada. Per resistere ci vorrebbe qualcosa di concreto, tipo il grasso che si squaglia a vista d'occhio, ma anche lo shopping è un ottimo incentivo. Sì insomma, quando desideri cambiare la...
Continue reading
10 Gen

Dress Code

S e c'è una cosa che proprio non sopporto del Dress Code è il code. Perché qualcuno deve dirti cosa indossare in particolari occasioni? Secondo quali criteri insindacabili un certo tipo di abbigliamento può definirsi giusto o sbagliato? E soprattutto chi ha stabilito questa sorta di codice d'onore del guardaroba? Io lo vorrei sapere. Chi ha detto che ai matrimoni non ci si può vestire di bianco? E chi ha detto che ai funerali bisogna vestirsi di nero? E che le damigelle debbano indossare il color lavanda? Perché la moda, che si è sempre spacciata per libertina, è invece così autoritaria? Pare che in determinate situazioni lo stile non possa avere libertà di espressione. E forse è giusto così: siamo nati per dare delle regole...
Continue reading
12 Dic

Il millepiedi e la lumaca

P er scrivere le favole ci vuole immaginazione. Tanta immaginazione. E quando si è grandi, serve un buon pretesto per buttarne giù una: il mio si chiama Emma. Emma che deve fare i compiti e scrivere una favola con una morale. Chi troppo vuole nulla stringe: la frase che mi ripeto io quando trovo un parcheggio, ma è troppo lontano dalla destinazione che devo raggiungere. – Ecco perché poi metto la macchina sotto curva, sulle strisce o davanti alle pattumiere. Comunque, questa è la prefazione che introduce la favola di oggi e se ce ne saranno altre non lo so, dipende se arriva un altro buon pretesto. IL MILLEPIEDI E LA LUMACA  (Ogni riferimento a persone e cose è puramente casuale) C’era una...
Continue reading