To top
27 Lug

Anche l’abbronzatura è per sempre con Australian Gold

SEGRETI ABBRONZATURA PERFETTA

E

d eccole: le scale del mio ufficio. Di certo non sono ripide come quelle di Positano, ma sono senza dubbio più dolorose. Sono ufficialmente tornata al lavoro e stamattina credo sia meglio prendere l’ascensore. Entro, spingo il terzo piano e mi conforto tenendo le braccia al petto, pensando che una delle cose di laggiù è venuta con me: la mia splendida abbronzatura. Apro la porta dell’ufficio e c’è un freddo terrificante. Ma chi ha acceso l’aria condizionata? Chi può farmi questo? Lei è una nemica della tintarella. E lì ad aspettarmi: Bianca e Chiara – di nome e di fatto.

“Ciao ragazze!” dico entusiasta cercando di camuffare quel senso di malinconoia, tipico di chi è appena rientrato dalle vacanze. Loro mi guardano a bocca aperta senza riuscire a dire niente.

“Ciao capo, come stai?” chiedo io scimmiottando la domanda di rito che mi sarei aspettata.

“Ciao Olivia…” si affretta a dire Bianca subito dopo.

“Capo, hai un’abbronzatura magnifica, come hai fatto in una sola settimana?” aggiunge Chiara motivando quello stupore iniziale che non riuscivo a capire.

“Prima spegnete l’aria condizionata, poi ditemi com’è andata la settimana, solo dopo parleremo dell’abbronzatura.”

“Queste sono tutte per te.” comincia Bianca avvicinandosi con una pila di email.

Avrei preferito una tazza di caffè, ma anche le email vanno bene a colazione.

“E questi sono i tessuti che ti ha mandato il prêt-à-porter, so che sono insoliti, ma hanno necessità di mescolare velluto e seta per la prossima collezione. Vogliono un tuo parere sulla realizzazione pratica degli accessori.” conclude Chiara appoggiando i campioni sulla scrivania. Chiudo gli occhi ripensando al magnifico blu che ho appena abbandonato, cercando in lui la forza di reagire, e mi butto sulle carte per finire tutto il più velocemente possibile. Dopo quattro ore di lavoro intenso, mi resta una sola questione importante da risolvere:

“Ragazze, ora possiamo riaprire il caso abbronzatura, parliamone a pranzo.”

Entriamo nel bar in cui andiamo sempre e ci sediamo al solito tavolo che dà sul giardino. Ordiniamo le nostre insalate e mentre sorseggiamo acqua fresca come un mojito ghiacciato, cominciamo a parlare del colore della mia pelle. Mi giro verso la vetrata per cercare il suo riflesso e realizzo che anche i miei capelli sono una favola.

“Forza Capo, dicci cosa hai usato stavolta per diventare così scintillante…” esordisce Chiara.

Scintillante mi piace: nessuno mi aveva mai definito così. Avrei voglia di precisare che nonostante Bianca mi abbia soffiato i prodotti  che avevo scelto all’inizio, ho vinto ugualmente. Appoggio il bicchiere e dico in modo solenne:

“I cosmetici solari antiage di Australian Gold sono il primo ingrediente di un’abbronzatura perfetta. Ho scelto Beachin’, un succo di frutta che disseta la pelle. Combatte lo stress cutaneo regalandoti una tonalità luminosa, solare e prolungata. È ideale per tutti gli stadi dell’abbronzatura…”

“Allora potrei usarlo anch’io!” interviene Bianca.

“Ovvio. Potresti alternarlo a HOT. Beachin’è perfetto in una fase iniziale per una preparazione di colore di fondo, in una seconda per intensificare, e al rush finale per prolungare al massimo il colore guadagnato in spiaggia.” concludo fiera.

“Quindi è solo questo il tuo segreto?” chiede Chiara sospettosa quasi sapesse che le sto nascondendo qualcosa. –  Non posso mica raccontarle tutto. Sol Struck è un intensificatore con Natural Bronzer che dona un colore immediato, uniforme e di lunga durata. Idrata a fondo e contrasta i radicali liberi ringiovanendo e illuminando la pelle.

“Non è il mio unico segreto. Manca la protezione solare: SPF 30 Spray continuo Premium Coverage è ricco di ingredienti antiage. Si applica velocemente, si assorbe all’istante e non unge.”

“Io non ho mai capito come leggere i fattori di protezione.” interviene Bianca.

“Questo è facile.” dice Chiara voltandosi verso di lei.

“Il numerino indicato sul flacone indica quanto dura la protezione dell’SPF stesso.” aggiunge.

“Quindi?” chiede Bianca ancora più confusa.

“Prendi il numerino, per esempio 30 e lo moltiplichi per 10.

300 sono i minuti in cui la tua pelle sarà protetta dai raggi solari.”

“Ecco perché è sempre meglio scegliere un fattore elevato: per ridurre il numero di applicazioni nell’arco di una giornata.” concludo soddisfatta.

“Capo, ti ricordo che dopo averci svelato i segreti di un’abbronzatura perfetta, avevi promesso che ci avresti illuminato anche su come mantenerla…” dice Chiara in tono provocatorio.

Senza di me queste ragazze sarebbero fritte.

“Prendete carta e penna e mi raccomando acqua in bocca!”

Le mie adepte annuiscono col capo concedendomi la loro attenzione.

  1. Crema protettiva. Usatela sempre. Gli SPF forniscono alla pelle una barriera che riduce l’assorbimento dei raggi UVB e UVA. E i prodotti Australian Gold contengono principi attivi che aiutano a intensificare l’abbronzatura e a ridurne i rischi di invecchiamento cutaneo.
  2. Niente aria condizionata. Secca la pelle. Cercate di evitarla il più possibile, anche se in ufficio si muore di caldo.
  3. No bagni caldi. L’acqua calda tende a seccare la pelle e a favorire la desquamazione. Meglio una doccia veloce con acqua tiepida.
  4. Non strofinare la pelle. Quando uscite dalla doccia e dovete asciugarvi tamponate leggermente con l’asciugamano.
  5. Eliminando le cellule morte con un esfoliante leggero, la pelle riesce a respirare meglio e a essere maggiormente idratata. La pelle sarà morbidissima senza perdere l’abbronzatura.
  6. Bevete tanto. Almeno due litri di acqua al giorno. Se non siete abituate, provate con qualche centrifugato di frutta rossa, gialla e arancione che stimola la produzione di melanina.
  7. Idratate sempre la pelle. Bere molto non basta. È proprio il doposole che si applica dopo l’esposizione a nutrire la pelle in profondità e a prolungare l’abbronzatura.
  8. Evitate i profumi. I profumi che contengono alcool, seccano la pelle e potrebbero danneggiare la vostra abbronzatura.

“E poi, mica ne avete bisogno: avete già i vostri prodotti Australian Gold che profumano di estate.”

CONTINUA…

Sun tan is forever with Australian Gold – Here they are: the staircases to my office. Obviously they look nothing like those in Positano, they are definitely more painful. I am officially back to work and this morning I feel I should take the elevator up. I step into the elevator, push the button of the third floor while I cuddle myself with my arms on my chest, thinking that one of the most amazing thing from down there has come home with me: my beautiful suntan. I open the door to my office and I suddenly freeze to death. Who’s in charge of the air conditioning? Who can do this to me? Air conditioning is the worst enemy of sun tan. There they are Bianca and Chiara waiting for me – by name and by fact, in fact (White and Clare).

“Hi girls!” I shout out loud with a bit too much enthusiasm in order to hide that sense of melancholy, typical of those, who have just come back from holydays. They stare at me open mouthed and remain speechless.

“Hi boss, how are you doing?” I ask mocking what was meant to be the first question of the day.

“Hi Olivia…” Bianca folows immediately after.

“Boss, it looks like you have an amazing suntan, how did you manage in one single week?” adds Chiara backing that initial amazement I could not really understand.

“First, switch the air conditioning off, then tell me how your week went then we can talk about my amazing sun tan.”

“These are all for you.” Bianca begins approaching me with a pile of emails.

I would have rather a cup of coffee instead, though emails are ok for breakfast.

“These are the textiles the prêt-à-porter sent in, I know they are a bit unusual, but they need to mix match velvet with silk for the next collection. They want your practical advice on how to make accessories.”

Chiara ends while landing the samples on my desk.  I close my eyes thinking back of the magnificent blue I have just left, seeking in it the strength to react, then I launch myself on the pile of paper to be over with it asap.  After four hours intense work I only have one important issue unsolved:

“Girls, now we can reopen the sun tan case and let’s talk it over at lunch.”

We enter the usual bar and take a seat at our usual table facing the garden. We order our salads and while sipping on some fresh water as if it were a frozen mojito, we start a conversation on the color of my skin. I turn towards the window in search of my reflection and I realize my hair looks fabulous too.

“Come on boss, tell us what your secret is, how you managed to become such a sparkling tanned lady…!” Chiara pleads. Sparkling: I like that! No one has ever told me that. I would have wanted to specify that Bianca had used all the same products she had taken off me at the beginning because I won in the end anyway. I put my glass down and solemnly add:

“Solar antiaging cosmetics by Australian Gold are the first ingredients for a perfect suntan. I have chosen Beachin’, a fruit juice that quenches skin thirst by contrasting the skin stress and by giving you a luminous sun long lasting color tone. It’s ideal for all grades of sun tanning…”

“That means I could use it too?!” Bianca brakes in.

“Of course. You could alternate it with HOTBeachin’ which is perfect for the first sun exposure to prepare the skin to a sun tan base, as a second step to intensify it and as a final rush to make the color gained on the beach last longer.” I proudly conclude.

“So, is this your only secret?” asks Chiara uncertain as if she knew I was holding something back. –  I can’t tell her everything. Sol Struck is an intensifier that together with Natural Bronzer gives an immediate tanned uniform and long lasting color. It is deeply hydrating and contrasts the free radicals by rejuvenating and illuminating the skin.

“It is not my only secret. There is the sun screening missing: SPF Spray continuo Premium Coverage rich in antiaging ingredients. Easy to apply it is immediately absorbed by the skin and it is not greasy.”

“I have never understood how to read sun screening factors.” Bianca wonders.

“Easy enough.” Says Chiara while turning towards her.

“The small number stated on the bottles shows how long the SFP screening factor lasts for.” She explains.

“So what?” asks Bianca even more confused.

“Take the small number, for example 30 and multiply it by 10. 300 are the minutes that your skin shall be screened from sun rays.”

“That’s why it is always better to use a high protection factor: to reduce the number of application during the day.” I happily conclude.

“Boss I would like to remind you that after having told us the secrets for a perfect sun tan, you promised us you would have enlightened us on how to maintain it…” Chiara reminds me with a provocative smile. They would be done for… without me.

“Take a pen and paper and mum’s the word!”

They nod giving me their full attention.

  1. Sun screening lotion. Never go without. The SPF supply a barrier to the skin which reduces the absorption of UVB and UVA rays. The Australian Gold products contain active principles that help intensify sun tan and reduce the risks of skin ageing.
  1. No air conditioning. It dries the skin. Try and avoid it when possible, even though you’re dying for the heat in your office.
  1. No hot baths. Hot water tends to dry the skin and favor desquamation. A quick lightly warm shower is much better.
  1. Don’t rub the skin. When you come out of the shower do not rub your skin just lightly tap on it with the towel.
  1. Exfoliation. Get rid of the dead skin cell with a light exfoliant, the skin breaths better and can be better hydrated. Your skin will be very soft without losing in tan.
  1. Drink a lot. At least two liters water a day. If you are not used to it, please try some centrifuged red yellow and orange fruits,  which stimulate melanin.
  1. Keep your skin hydrated. Drinking plenty of water may not be enough. The after sun is applied after sun exposure to nourish and deeply hydrate the skin and make the sun tan last longer.
  1. Avoid perfumes. Perfumes contain alcohol, which dries the skin and may damage your perfect sun tan.

“Then again you don’t need perfumes: you already have your Australian Gold products that smell like summer.”

TO BE CONTINUED…

AUSTRALIAN GOLD

SOLARI AUSTRALIAN GOLD

SEFRETI ABBRONZATURA PERFETTA

AUSTRALIAN GOLD

SEGRETI ABBRONZATURA PERFETTA

Tan: Australian Gold

 

 

  • Margherita Longhi

    Guarda io non pensavo che l’spf potesse fare la differenza, ma leggendo i tuoi post mi sto piano piano educando

  • Rosaria Gallo

    Fantastica 👏🏻👏🏻👏🏻

  • Francesca Ponti

    Che meravigliaaaaaaa

  • Tina Freni

    Non la sapevo questa del bagno caldo 😱

  • Elvira Fichera

    Che bello questo post

  • Barbara Giannini

    Sempre più belle queste storie 😊

  • Roberta Ferrero

    Brava e grazie sempre dei consigli!

  • Daniela Mariani

    😍😍😍💖

  • Federica Schipani

    Niente io sto in fissa ormai 👍🏻