To top
18 Mar

Vilshenko: Soviet Folk

Vilshenko

O

Olga Vilshenko aveva le idee ben chiare quando, abbandonando gli studi in materia finanziaria, iniziò a inseguire il suo sogno di creare uno stile preciso tra il bucolico e il cosmopolita. Seguendo il concetto degli opposti che si attragono, tutte le sue collezioni, a partire dalla prima datata 2010, puntano su un nostalgico romanticismo che guarda indietro nel tempo: alle atmosfere del tardo Ottocento russo. Velluto e seta intarsiata di pizzo, fascini geometrici, ricami floreali e colorati impreziosiscono abiti da sera, giacche e culottes, regalando quel senso metafisico del “fly away”. Il paesaggio russo e in particolare i monti urali rappresentano la primaria fonte di ispirazione per la stilista: broccati antichi, sete damascate e gioielli importanti creano la tipica donna Vilshenko con un tocco di classe unico nel suo genere.

Olga Vilshenko knew exactly what she was doing when she left her financial studies to follow her dream to create a specific in-between bucolic and cosmopolitan style. Following the idea that opposites attracts, all her collections, starting from the first one back in 2010, aim to a nostalgic romanticism looking back in time: the atmospheres of the late nineteenth century in Russia. Velvet and silk embroidered with lace, geometric fascinations, colorful and floral needle-crafts embellish cocktail dresses, jackets and culottes, lending that metaphysical sense of the “fly away”. The Russian landscape and specifically the Ural Mountains represent the primary source of inspiration for the stylist: ancient brocades, damask silks, gaudy jewels create the typical Vilshenko woman type with a classy make up, unique in its kind.

Immagine 19 Immagine 18 Immagine 17 Immagine 21 Immagine 20

  • barbarella

    che mood romantico!

  • gaia p.

    Molto belli!!!

  • Flavia Mantella

    Ci piacciono i brand nuovi!!!!!! 🙂

  • Giuliana T.

    wow che belliiii

  • lauretta

    La mantella è deliziosa!

  • Elena Martino

    raffinatissimo

  • Paola T.

    Darò un’occhiata al sito 😉

  • Pingback: xmt85c4wx5ctwxw3tcerthve56()